Accademia di Belle Arti e Design - Poliarte - Logo

Accademia di Belle Arti e design

ORGANIZZAZIONE DELLA RICERCA E SPERIMENTAZIONE

ORGANIZZAZIONE DELLA RICERCA E SPERIMENTAZIONE


La ricerca all’interno dell’Accademia di Belle arti design di ancona è strutturata in due settori: il CSR Centro Studi e Ricerche diretto dalla prof.ssa Ilaria Peppoloni e il CSRA Centro di Servizi e Ricerca Applicata diretto dall’arch.prof. Carlo Antonelli



PRINCIPALI SCOPI DEL SISTEMA DIPARTIMENTALE:

Intercettare opportunità di finanziamento pubblico e privato

Instaurare rapporti di reciproca collaborazione con l’impresa e l’industria (DF)

Offrire una chiara opportunità lavorativa per ogni docente/ricercatore e collaboratore

Intraprendere, sistematizzare, innovare e consolidare il piano di ricerca

Intraprendere, sistematizzare, innovare e consolidare il piano promozionale/pubblicistico

Creare e rendere operativo l’archivio progetti e pubblicazioni/ biblioteca d’istituto e suo

accesso interno e pubblico

Innalzare la qualità del livello formativo

Migliorare il trend delle richieste d’iscrizione




Il nucleo funzionale operataivo dipartimentale costituisce il motore organizzativo di ogni attività

interna al dipartimento.

In sintesi ha il compito di definire, dati gli indirizzi strategici assegnati, risorse e metodologie per

l’attuazione dei progetti in essere.

NUCLEO FUNZIONALE OPERATIVO - ELEMENTI FUNZIONALI

Il nucleo funzionale operativo agisce attraverso l’interazione degli elementi funzionale che lo

costituiscono. Questi elementi sono molteplici, ma alla base vi sono i due principali che regolano

in generale il funzionamento del dipartitento; questi sono:

PSD - Progetto Scientifico di Dipartimento

POD - Programma Operativo di Dipartimento



PSD

Il Progetto Scientifico di Dipartimento è un documento programmatico, che indica la direzione di

sviluppo strategico del dipartimento. Il documento è strutturato in maniera che sia possibile

approssimare un orizzonte temporale degli obiettivi, progressivamente più minuto e dettagliato.

Il PSD viene elaborato dal Capo Dipartimento dopo aver recepito le indicazioni del Documento

d’indirizzo Scientifico e essersi confrontato con il responsabile aziende e marketing (RA), il

responsabile bandi/progetti di finanziamento e il collegio dei professori di corso.

POD

Il Programma Operativo di Dipartimento individua e relaziona, rispetto agli obiettivi (PSD), le

risorse necessarie; inoltre, definisce e organizza le fasi operative di ogni progetto. Il POD viene

elaborato dal Capo Dipartimento in concerto con il Direttore Organizzativo, il responsabile aziende

e marketing (RA), il responsabile bandi/progetti di finanziamento e il coordinatore didattico.


ELEMENTI FUNZIONALI - CARATTERISTICHE E LORO STRUTTURA



PSD

Il progetto scientifico di dipartimento si suddivide in tre sezioni, ognuna delle quali delinea un

orizzonte temporale differente e conseguentemente tematiche consone alla scala in questione. Le

linee guida che caratterizzano ogni sezione sono le seguenti:

1. DEFINIZIONE DELLO SPAZIO TEMATICO GENERALE DI RICERCA: Definizione delle

tematiche che individuano i principi rispetto ai quali operare con specifici criteri decisionali.

Queste tematiche dovrebbero essere di ampio respiro e far capo a valutazioni su modelli

culturali, progressi tecnico-scientifici, fattori socioeconomici, fattori etico ambientali, criticità e

tendenze in genere.

2. DEFINIZIONE TEMI RICERCA DI BASE: La ricerca di base dovrebbe sviluppare pochi ma

importanti temi di ricerca, seguendo le attitudini tecnico-scientifiche che meglio esprime il

dipartimento. La ricerca di base dovrebbe essere il presupposto per formare l’unità operativa

funzionale (UOF) ufficializzata a svolgere i compiti di ricerca. Queste tematiche dovrebbero

essere declinate secondo quanto espresso nello “Spazio Tematico Generale di Ricerca” e ,se

possibile, secondo le indicazioni del “Documento d’Indirizzo Scientifico” e le consultazioni.

3. DEFINIZIONE TEMI “RICERCA APPLICATA: La ricerca applicata ha lo scopo di individuare

soluzioni a precise problematiche pratiche con l’intento di soddisfare espressamente i bisogni

di realtà imprenditoriali che ne hanno fatto richiesta. In questa area programmatica non

confluiranno solamente le richieste espresse di realtà imprenditoriali esterne, ma anche

un’attività interna che tenta di trovare motivi d’interesse tra realtà imprenditoriali esterne ed

elementi di valore maturati e disponibili in Poliarte, cercando di far fruttare al massimo la

variegata situazione normativa tesa ad incentivare il collegamento impresa/università.

Tendenzialmente ogni UOF sarà espressione specifica di ogni progetto. Queste tematiche

dovrebbero essere declinate soprattutto secondo quanto espresso nelle indicazioni del

“Documento d’Indirizzo Scientifico” e le consultazioni.

POD

Il programma operativo di dipartimento si suddivide nell’analisi di quattro fasi operative:

1. FATTORI FUNZIONALI: Sintetica identificazione dei principali fattori in grado di operare e

condizionare le trasformazioni funzionalmente ammissibili:

RISORSE UMANE

COMMESSE / RICERCA SPECIALISTICA (DF)

RICERCA DI BASE

ARCHIVIO / PUBBLICAZIONI

COMUNICAZIONE - EVENTI / PRESENTAZIONI

BIBLIOTECA

LABORATORI

DIDATTICA

CORSI FORMAZIONE / MASTER

FINANZIAMENTI

2. RELAZIONI FUNZIONALI: Costruzione di uno schema funzionale che relazioni i fattori rispetto

agli obbiettivi di programma.

3. ANALISI QUANTITATIVA RELAZIONI FUNZIONALI: Misura quantitativa dei fattori coinvolti e

loro descrizione specifica.

4. ANALISI SPECIFICA DELLE RELAZIONI FUNZIONALI E TEMPORALI: Analisi precisa delle

relazioni originate dai vari operatori in gioco e pianificazione temporale delle fasi di progetto.

UOF

Le Unità Operative Funzionali sono gruppi di lavoro specializzati in determinate aree di

competenza:

TECNICA PER AREA

LABORATORI

COMUNICAZIONE E RAPPORTI ESTERNI

DF

La Design Factory è coltivata all’interno di quella che è stata definita Ricerca Applicata. Le risorse

economiche atte a garantire il funzionamento dell’unità operativa (UOF) sono implicite in ogni

contratto di commessa. A tal fine è di fondamentale importanza esplicitare con la maggior

chiarezza e precisione possibile le modalità d’incarico di ogni figura professionale necessaria

all’espletamento di ogni progetto.


Accademia Poliarte

Corsi triennali di Diploma Accademico di primo livello equipollenti alla laurea autorizzati dal MIUR (Ministero dell’Università e della Ricerca) con D.M. n. 623 del 05/08/2016

Link veloci

Contatti

Poliarte srl
P.IVA: 02466100423

Via Valle Miano, 41 ab
60125 Ancona

(+39) 0712802979
(+39) 0712800368