Viaggi di studio – USA: NORD OVEST 14 GIORNI 12 NOTTI

Schermata 2016-07-18 alle 16.13.59Il cielo, il mare, la terra, il vento…il cambiamento: Il Viaggio.
Esiste una differenza sostanziale tra viaggio e vacanza. Il vocabolario ne dà significati altamente contrastanti tra loro, praticamente agli antipodi: mentre per vacanza si intende un’interruzione di un’attività, di lavoro o di studio, il viaggio viene descritto come un giro attraverso luoghi o paesi diversi dal proprio, allo scopo di conoscere e istruirsi. Viaggiare significa quindi muoversi, spostarsi, cambiare luogi, cambiare idee, cambiare opinioni, conoscere, conoscersi, vivere delle avventure, studiare. Tutto questo è l’esatto opposto della staticità in tutte le sue forme e accezioni, ed è proprio una fuga dalla staticità e dall’ovvio ciò che incarnano i viaggi proposti di seguito.
Ogni itinerario è attentamente studiato per poter dare ai partecipanti l’opportunità di immergersi nelle culture dei luoghi visitati e delle popolazioni incontrate, negli sguardi, nei colori, negli odori, nei sapori, in una parola nella temperie di quelle terre. Così si avrà modo di lasciare la strada del turista voyeur per immergersi via via in quella del viaggiatore cu- rioso e “maravigliato”. Per fare sì che tutto ciò sia realizzabile si rende necessario fare delle scelte che mirino alla qualità piuttosto che alla quantità. I viaggi proposti infatti, contrariamente ai più comuni tour organizzati caratterizzati da un alto numero di partecipanti (dai 30 ai 50 individui), avranno un limite di 10 partecipanti, e i mezzi di trasporto utilizzati non saranno grandi pullman da 50 posti, ma piccoli pulmini o normali automobili che permetteranno di muoversi agilmente e raggiungere luoghi e punti di osservazione inusuali (lontani dalle comuni mete turistiche) altrimenti irraggiungibili. Alle grandi e impersonali strutture alberghiere verranno privilegiate realtà più piccole e semplici che favoriranno il contatto con la cultura locale. Verranno svolte particolari e inusuali escursioni che permetteranno un’immersione profonda nella natura, alla scoperta di nuovi punti di vista, e ad ogni luogo verrà dato il giusto tempo per essere visitato, condizione vitale per la conoscenza. Particolare attenzione sarà altresì rivolta alla fotografia. In ogni viaggio infatti sarà presente un accompagnatore esperto, un professionista che lavora da più di dieci anni nell’ambito della fotografia e del video, con esperienze nel cinema e nella realizzazione di documentari in ambienti estremi, che oltre a fornire informazioni sui luoghi visitati e a risolvere i possibili problemi relativi al viaggio, si renderà disponibile a dare consigli tecnici e creativi e a mettere a disposizione un treppiede professionale, nonchè a tenere delle lezioni di fotografia durante i momenti liberi. Ai partecipanti d’altro canto verranno richieste maggiore flessibilità e spirito d’adattamento rispetto ad un comune tour

organizzato, caratteristiche fondamentali per approfondimenti di qualsiasi natura e per intraprendere un vero Viaggio.

Ma i veri viaggiatori partono per partire e basta: cuori lievi, simili a palloncini che solo il caso muove eterna-

mente, dicono sempre “Andiamo”, e non sanno perchè. I loro desideri hanno le forme delle nuvole.

Charles Baudelaire

USA: NORD OVEST

14 GIORNI 12 NOTTI

Giorno 1: Italia – San Francisco

Partenza da Roma Fiumicino o Milano Malpensa con volo di linea per San Francisco
Arrivo a San Francisco nel tardo pomeriggio, siste- mazione in hotel.

Giorno 2: San Francisco – Sequoia National Park – Fresno

Partenza in prima mattina per il Sequoia National Park, la foresta californiana dove si trova la più alta concentrazione di sequoie, e dove sarà possibile am- mirare la più grande sequoia gigante al mondo il “Ge- nerale Sherman”, considerato il più grande organismo vivente sulla terra, si stima abbia 2700 anni. Nel tardo pomeriggio si ripartirà per Fresno dove si arriverà in serata. Sistemazione in hotel e serata libera.

Giorno 3: Fresno – Yosemite – Mariposa

Partenza in prima mattina per Josemite National Park. Il parco è parte della Yosemite Valley, una valle che si è venuta a creare grazie all’erosione dei ghiac- ciai del fiume Merced e al distacco e sgretolamen- to di alcuni blocchi di granito che hanno prodotto gli affascinanti monoliti che popolano oggi questa bel- lissima area naturale. Racchiuso fra pareti di roccia praticamente verticali Yosemite presenta un paesag- gio unico al mondo, con spettacolari picchi rocciosi, altissime cascate, laghi splendenti e sequoie giganti. Si accederà al parco dall’entratta est e ci si dirigerà al Glaciar Point, il punto d’osservazione migliore per os- servare la Yosemite Valley, l’Half Dome, El capitan e le Yosemite Falls. Si tratta di una parete rocciosa che permette di ammirare un panorama davvero straordi- nario. Si ripartirà poi per la Yosemite Valley passando per Tunnel View, da cui godere di un altro punto di

San Francisco – Golden Gate Bridge

Sequoia National Park

Generale Sherman

Yosemite Valley

vista sulla vallata. Dopo pranzo si farà un trekking di 5 ore per poter vedere da vicino e dall’alto le Yo- semite Falls, la cui Upper Fall, con i suoi 739 metri di altezza, è la cascata più alta del nord America e una delle più alte al mondo. Nel tardo pomeriggio si ripartirà per la vicina città Mariposa. Sistemazione in hotel e serata libera.

Giorno 4: Mariposa – Yosemite – Mariposa

Partenza all’alba per Yosemite National Park al quale si accederà dalla Arch Rock Entrance per godere di altri punti di vista sulla vallata e su El Capitan, uno degli otto giganti monoliti in granito di cui è circonda- ta la Yosemite Valley. Con i suoi 1100 metri di altezza El Capitan è uno dei massi granitici più alti al mondo e simbolo del parco. In prima mattina si raggiungerà il Mist Trail, dal quale si partirà per un trekking che potrà durare per chi lo vorrà l’intera giornata, fino a raggiungere la vetta dell’Half Dome, un’immensa cima granitica alta quasi 2700 metri che, se guar- data di profilo, appare come tagliata a metà di netto, prendendo la forma di un becco acuminato di rapa- ce, o di un artiglio affilato e che nel suo fronte pre- senta una liscia parete di roccia che per soli 7 gradi non risulta perfettamente verticale. L’escursione all’ Half Dome si articola come una lunga camminata attraverso alcune delle più affascinanti e leggenda- rie opere d’arte naturali dello Yosemite Park, come la Emerald Pool (dove sarà possibile fare un bagno), le spettacolari Vernal Falls e Nevada Falls e la cima di Liberty Cap, nonchè di numerosi punti di osserva- zione dai quali osservare lo stesso Half Dome, avvi- cinandosi gradualmente. Gran parte della salita sarà all’ombra di una fitta foresta di pini, che permetterà di entrare in contatto con la fauna di questi luoghi. L’ul- timo tratto del sentiero che porta alla cima consiste in una arrampicata con l’aiuto di cavi d’acciaio lungo la liscia parete. La fatica sarà ricompensata da una vista splendida, considerata tra le più belle ed emo- zionanti al mondo, godibile in parte anche durante la normale camminata. Coloro che non hanno intenzio- ne di percorrere il sentiero fino in fondo, si potranno fermare nei vari punti di osservazione sparsi lungo tutto il sentiero, dove potranno rilassarsi godendosi il meraviglioso panorama. Nel tardo pomeriggio si ri- entrerà a Mariposa e per riprendere le forze si potrà cenare in una steak house dove gustarsi una succu- lenta T-bone steack.

Half Dome

Yosemite Upper Falls

El Capitan

Emerald Pool

Vernal Falls

Giorno 5: Mariposa – Yosemite/Tioga Pass – Salt Lake City

Partenza in prima mattina per attraversare in dire- zione est lo Yosemite National Park e percorrere la Tioga Road, una strada panoramica che ci porterà fino al Tioga Pass, ad un’altezza di 3031 metri, e ci permetterà di entrare nello stato del Nevada rega- lando viste mozzafiato. Durante il tragitto si potranno vedere i laghi Tenaya e Tioga, le sequoie di Tuolum- ne Grove, i campi di Tuolumne Meadows e infine fare una sosta a Mono Lake, un grande e misterioso lago dai colori indescrivibili caratterizzato da singolari for- mazioni di tufo e da due isole di terra, una bianca e una nera, che si ergono al centro del bacino. Nelle immediate vicinanze del lago ci si potrà fermare a pranzare al Whoa Nellie Deli, un piccolo ristorante specializzato in hamburger di ottima qualità. Dopo pranzo di proseguirà verso est attraversando lo stato del Nevada ed arrivando in serata a Salt Lake City nello Utah. Sistemazione in hotel e serata libera.

Giorno 6: Salt Lake City – Yellowstone – West Yellowstone

Partenza in prima mattina per Yellowstone. Durante il tragitto si attraverserà il Grand Teton National Park e si effettueranno delle soste nei vari punti di osser- vazione. Nel pomeriggio si entrerà nello Yellowstone National Park attraverso l’ingresso sud. Yellowstone è il più antico parco nazionale d’America, nonché uno dei più grandi (sconfina in ben 3 stati) e affascinanti, contenente al suo interno più della metà dei geyser di tutto il mondo, meravigliose sorgenti termali multi- colori, spettacolari laghi montani, profondi e sugge- stivi canyon, fumarole, cascate, solfatare e una fau- na decisamente variegata (fra cui orsi, bisonti, alci, puma, e lupi). Difficilmente si trova in natura una tale concentrazione di meraviglie in unico posto e non a caso il parco è stato dichiarato nel 1978 patrimonio dell’umanità dall’Unesco. Prima tappa all’interno del parco sarà lo Yellowstone lake. Ci si dirigerà poi ver- so nord per raggiungere l’Upper Geyser Basin, dove si potranno vedere la Morning Glory Pool, una pic- cola piscina naturale con una bollente acqua turche- se, e le eruzioni di diversi geyser tra cui quella del famoso Old Faithful che erutta ogni 78 minuti con un potente getto d’acqua che arriva ad un’altezza di 50 metri, o quella del Grand Geyser che erutta due volte

Half Dome – arrampicata finale

Mono Lake

Grand Teton National Park

Yellowstone – Upper Basin Geyser

Old Faithful Geyser

al giorno con un getto d’acqua che supera i 60 me- tri d’altezza. Nel tardo pomeriggio si arriverà a West Yellowston con sistemazione in hotel. Nella serata si potrà cenare in una steak house per assaggiare la bistecca di bisonte tipica di questa zona.

Giorno 7: West Yellowstone – Yellowstone – West Yellowstone

In prima mattina si visiterà il Midway Geyser Basin. Qui, oltre ai geyser si potrà ammirare la Grand Pri- smatic Spring, la più grande sorgente termale del parco Yellowstone, con circa 112,8 metri di diametro e oltre 37 metri di profondità. Si tratta di una delle più incredibili meraviglie naturali degli Stati Uniti, che, con la sua colorazione arcobaleno, attira esploratori, scienziati e turisti da 200 anni. L’intensità di colori proviene da batteri e microbi che si sviluppano lun- go i bordi della sorgente, mentre la purezza dell’ac- qua al centro di questa piscina naturale ha una tinta blu vivace e piuttosto rara. Nella tarda mattinata ci si sposterà nella Mammoth Country per visitare le Mammoth Hot Springs, una serie di terrazze dalle forme impressionanti, dove cascate avvolte dal vapo- re scendono fra meravigliose sfumature di colori. Nel pomeriggio si raggiungerà il Boiling River, un tratto di fiume con acqua molto calda dove sarà possibile immergersi per fare un bagno. Nel tardo pomeriggio si rientrerà a West Yellowstone. Serata libera.

Giorno 8: West Yellowstone – Yellowstone – West Yellowstone

Partenza in prima mattina per visitare la zona est del parco. In tarda mattinata si raggiungerà il Grand Canyon Yellowston, dove è previsto un trekking di un’ora nell’Uncle Tom’s Trail, un sentiero composto da una ripida scala di ferro di 300 scalini a strapiom- bo sul canyon, attraverso la quale sarà possibile raggiungere le Lower Falls e le Upper Falls. Nel po- meriggio si visiterà la parte nord del parco, la Hay- den Valley e Lamar Valley, ideale per ammirare gli animali selvatici, e la Tower Valley, dove sorge l’alto monte Washburn. Qui è previsto un trekking di 3 ore per vedere la Tower Fall e raggiungere diversi punti panoramici. Nel tardo pomeriggio si rientrerà a West Yellowstone. Serata libera.

Morning Glory Pool

Castle Geyser

Grand Prismatic Springs

Mammoth Hot Springs

Boiling River

Giorno 9: West Yellowston – Idaho Falls – Twin Falls

In prima mattina partenza per Idaho Falls, dove si farà un Rafting di mezza giornata nelle rapide dello Snake River. Nell’escursione è previsto il pranzo. Nel primo pomeriggio si ripartirà per raggiungere Idaho Falls. Sistemazione in hotel e serata libera.

Giorno 10: Twin Falls – San Francisco

Partenza in prima mattina per raggiungere San Fran- cisco nel primo pomeriggio. Visita del Golden Gate Bridge. Sistemazione in hotel nel tardo pomeriggio. Nella serata visita di Union Square e del quartiere China Town.

Giorno 11: San Francisco

Mattina dedicata alla visita di Alcatraz, l’isola nella baia di San Francisco, un tempo famoso carcere di massima sicurezza, oggi museo aperto al pubblico. All’ora di pranzo ci si sposterà nel quartiere del porto Fischerman Warf, dove si potrà vedere una curiosa colonia di leoni marini che prendono il sole su delle zattere galleggianti in netto contrasto con lo skyline di grattacieli moderni della città, gustare deliziosi gran- chi d’oceano, aragoste e altri piatti a base di pesce cucinati sui pier stile street food, e dove si potrà fare un giro con i famosi Cable Car, i caratteristici tram di San Francisco che dal porto si arrampicano per le ripidissime salite cittadine. Nel pomeriggio si visite- ranno il Castro District e Alamo Square nel quartiere Vittoriano e si passerà la serata ad Haight Ashbury, il quartiere che testimonia il passato hippy, beat e rivoluzionario della città.

Giorno 12: San Francisco

In prima mattina ci si recherà al Fischerman Wharf dove si affitterà una bicicletta per oltrepassare il Gol- den Gate Bridge ed arrivare alla cittadina di Sausa- lito, dall’altra parte della baia, passando per Vista Point, un punto panoramico a strapiombo sull’oce- ano Pacifico. Sausalito è una tranquilla cittadina che

Grand Canyon Yellowstone – Lower Falls

Rafting sullo Snake River

San Francisco – Chinatown

Fisherman Wharf

Street food – Fischerman Wharf

nonostante il notevole afflusso turistico ha mantenu- to gli aspetti di un piccolo centro di pescatori. Qui si potrenno esplorare le case galleggianti tipiche della cittadina e pranzare in riva al mare godendo della bellissima vista sulla baia e lo sky line di San Fran- cisco. Nel pomeriggio, al rientro, si visiterà il Golden Gate Park. Serata libera.

Giorno 13: San Francisco – Italia Mattina dedicata alle ultime visite e shopping.

Trasferimento in aeroporto e partenza per l’Italia

Giorno 14: Italia Arrivo in Italia