Viaggi di studio – FAR WEST ON THE ROAD

Schermata 2016-07-18 alle 16.13.39

Il cielo, il mare, la terra, il vento…il cambiamento: Il Viaggio.
Esiste una differenza sostanziale tra viaggio e vacanza. Il vocabolario ne dà significati altamente contrastanti tra loro, praticamente agli antipodi: mentre per vacanza si intende un’interruzione di un’attività, di lavoro o di studio, il viaggio viene descritto come un giro attraverso luoghi o paesi diversi dal proprio, allo scopo di conoscere e istruirsi. Viaggiare significa quindi muoversi, spostarsi, cambiare luogi, cambiare idee, cambiare opinioni, conoscere, conoscersi, vivere delle avventure, studiare. Tutto questo è l’esatto opposto della staticità in tutte le sue forme e accezioni, ed è proprio una fuga dalla staticità e dall’ovvio ciò che incarnano i viaggi proposti di seguito.
Ogni itinerario è attentamente studiato per poter dare ai partecipanti l’opportunità di immergersi nelle culture dei luoghi visitati e delle popolazioni incontrate, negli sguardi, nei colori, negli odori, nei sapori, in una parola nella temperie di quelle terre. Così si avrà modo di lasciare la strada del turista voyeur per immergersi via via in quella del viaggiatore cu- rioso e “maravigliato”. Per fare sì che tutto ciò sia realizzabile si rende necessario fare delle scelte che mirino alla qualità piuttosto che alla quantità. I viaggi proposti infatti, contrariamente ai più comuni tour organizzati caratterizzati da un alto numero di partecipanti (dai 30 ai 50 individui), avranno un limite di 10 partecipanti, e i mezzi di trasporto utilizzati non saranno grandi pullman da 50 posti, ma piccoli pulmini o normali automobili che permetteranno di muoversi agilmente e raggiungere luoghi e punti di osservazione inusuali (lontani dalle comuni mete turistiche) altrimenti irraggiungibili. Alle grandi e impersonali strutture alberghiere verranno privilegiate realtà più piccole e semplici che favoriranno il contatto con la cultura locale. Verranno svolte particolari e inusuali escursioni che permetteranno un’immersione profonda nella natura, alla scoperta di nuovi punti di vista, e ad ogni luogo verrà dato il giusto tempo per essere visitato, condizione vitale per la conoscenza. Particolare attenzione sarà altresì rivolta alla fotografia. In ogni viaggio infatti sarà presente un accompagnatore esperto, un professionista che lavora da più di dieci anni nell’ambito della fotografia e del video, con esperienze nel cinema e nella realizzazione di documentari in ambienti estremi, che oltre a fornire informazioni sui luoghi visitati e a risolvere i possibili problemi relativi al viaggio, si renderà disponibile a dare consigli tecnici e creativi e a mettere a disposizione un treppiede professionale, nonchè a tenere delle lezioni di fotografia durante i momenti liberi. Ai partecipanti d’altro canto verranno richieste maggiore flessibilità e spirito d’adattamento rispetto ad un comune tour

organizzato, caratteristiche fondamentali per approfondimenti di qualsiasi natura e per intraprendere un vero Viaggio.

Ma i veri viaggiatori partono per partire e basta: cuori lievi, simili a palloncini che solo il caso muove eterna-

mente, dicono sempre “Andiamo”, e non sanno perchè. I loro desideri hanno le forme delle nuvole.

Charles Baudelaire

FAR WEST ON THE ROAD

15 GIORNI 13 NOTTI

Giorno 1: Italia – Los Angeles

Partenza da Roma Fiumicino o Milano Malpensa con volo di linea per Los Angeles
Arrivo a Los Angeles nel tardo pomeriggio, sistema- zione in hotel.

Giorno 2: Los Angeles

Giornata a disposizione per visitare gli studi cinema- tografici Universal con il relativo parco di divertimenti o in alternativa Beverly Hills e Downtown LA.
Tardo pomeriggio e serata a disposizione per la visita di Hollywood, il Griffith Park con la vista su tutta la città, il Chinese Theatre noto per la premiazione degli Oscar, e la famosa Walk of Fame.

Giorno 3: Los Angeles – Mojave Desert – Flagstaff

In prima mattina partenza per Flagstaff. Si attraver- serà il deserto californiano del Mojave con i particola- ri Joshua Tree e le dune di sabbia, successivamente si continuerà attraversando il deserto dell’Arizona fino ad arrivare in serata a Flagstaff. Sistemazione in ho- tel e serata libera per la vistita della cittadina.

Giorno 4: Flagstaff – Grand Canyon – Page(Lake Powell)

In prima mattina partenza per il Grand Canyon, una delle meraviglie del mondo. La visita del Canyon sca- vato dal fiume Colorado sarà effettuata con soste in vari punti panoramici e un trekking di 4 ore per ad- dentrarsi nello stesso. Nel pomeriggio si ripartirà per Page dove si arriverà in serata. Sistemazione in hotel.

Hollywood

Chinese theater

Mojave Desert

Grand Canyon

Giorno 5: Page – Lake Powell – Glen Canyon

In prima mattina si affitterà una barca per visitare il Lake Powell e addentrarsi negli stretti canali del Glen Canyon, unico al mondo per la sua particolarità di poter essere visitato solo dall’acqua. Arrivo per l’ora di pranzo al Rainbow Bridge, un gigantesco arco na- turale scavato dal vento.

Rientro a Page nel pomeriggio, visita al Horse Shoe, una particolare parte del Glen Canyon in cui il fiume Colorado fa una curva di quasi 360°

Giorno 6: Page – Monument Valley – Chinle

In mattinata visita all’ Antelope Canyon, una gola stretta e colorata scavata dal vento nel bel mezzo del deserto. Dopo pranzo partenza per Chinle. Si attraverserà la Monument Valley dove sarà possibile fare una escursione in 4×4 per avvicinarsi alle gigan- tesche formazioni rocciose e visitare la vallata. Arrivo a Chinle nel tardo pomeriggio, sistemazione in hotel e serata libera.

Giorno 7: Chinle – Canyon de Chelly – Moab

In prima mattina partenza per il Canyon de Chelly dove si farà una escursione in 4×4 per addentrarsi nella profonda e colorata gola del Canyon scavato dalle acque piovane, fonte d’ispirazione per il noto fotografo Ansel Adams, inventore del sistema zona- le. All’interno del canyon si potranno visitare i resti di antiche civiltà, nonchè ammirare i loro disegni ru- pestri. Nel tardo pomeriggio partenza per Moab con arrivo in serata e sistemazione in hotel.

Giorno 8: Moab – Arches – Moab

In prima mattina partenza per l’Arches National Park, un parco in cui sara possibile vedere i più grandi archi naturali scavati dal vento. Sono previsti due trekking durante la giornata, per un totale di 6 ore, per visitare l’arco più lungo al mondo e il famoso Delicate Arch. Rinetro a Moab nel tardo pomeriggio e serata a di- sposizione per la visita della cittadina.

Glen Canyon

Horse Shoe

Antelope Canyon

Canyon de Chinle

Delicate Arch

Giorno 9: Moab – Canyonlands – Bryce Canyon

In prima mattina partenza per il Canyonlands che sarà possibile ammirare da diversi punti di osserva- zione, tra cui quello che si affaccia sul famoso al- topiano in cui venne girata la scena finale del film “Thelma e Louise” . Dopo pranzo si ripartirà per il Brice Canyon dove si arriverà nel tardo pomeriggio, in tempo per godersi il tramonto da uno dei punti di osservazione. Sistemazione in hotel e serata libera.

Giorno 10: Bryce Canyon – Las Vegas

Partenza in prima mattina per la visita del Bryce Canyon, un anfiteatro naturale di roccia rossa con pinnacoli e picchi, guglie e punte che ricordano quel- le di una cattedrale gotica, una delle icone dello stato dello Utah. E’ previsto un trekking di 2 ore per ad- dentrarsi in questo piccolo canyon da considerarsi un vero gioiello. Nel primo pomeriggio si ripartirà alla volta dello Zion National Park, dove il fiume Virgin ha scavato il suo letto tra le solide rocce a strapiombo. Qui sarà possibile fare un breve trekking per adden- trarsi nella profonda gola del fiume. Nel tardo pome- riggio si ripartirà per Las Vegas dove si arriverà in serata, sistemazione in hotel e serata libera.

Giorno 11: Las Vegas
Giornata libera per visitare la città delle luci. Con i

suoi stravaganti ed incredibili hotel e casinò.

Giorno 12: Las Vegas – Death Valley – Los Angeles

In prima mattina partenza per Los Angeles. Si attra- verserà la Death Valley per visitare il Lago Salato, Furnace Creek il luogo più basso degli Stati Uniti e il terzo luogo più basso al mondo con i suoi 190 metri sotto il livello del mare e le temperature che possono arrivare a toccare i 59°c, ed infine Zabrisckie Point fonte d’ispirazione per molti registi cinematografici tra cui Michelangelo Antonioni. Arrivo in serata a Los Angeles, sistemazione in Hotel e serata libera.

Canyonlands

Bryce Canyon

Las Vegas

Zabriskie Point

Giorno 13: Los Angeles

In prima mattina visita del quartiere di Beverly Hil- ls. Per l’ora di pranzo ci si sposterà nei caratteristici quartieri di Venice Beach e Santa Monica, sull’oce- ano Pacifico, dove si potrà visitare il Getty Museum o passare il pomeriggio rilassandosi in spiaggia. In alternativa si potra passare la giornata all’interno del parco di divertimenti Disneyland.

Giorno 14: Los Angeles – Italia Mattina libera per ultime visite e shopping.

Trasferimento in aeroporto e partenza per l’Italia

Giorno 15: Italia Arrivo in Italia